Chiesa San Biagio

Chiesa di San Biagio
(San Simone)

Il giorno 31 dicembre 1911, presente tutto il popolo di San Simone e le autorità del tempo, fra cui l’ Avvocato Luigi Stajano, primo sindaco di Sannicola, il vescovo Gaetano Muller, proveniente da Napoli, benediceva la prima pietra della chiesa dedicata a San Biagio. L’armonia delle proporzioni, l’eleganza architettonica dell’unica e ampia navata, il tenue cromatismo delle pareti, invitano quanti la visitano a restare qualche minuto in preghiera e meditazione. Al lato sinistro vi è l’altare delle Anime con un dipinto di Agesilao Flora, pittore di Latiano (Br) trasferitosi a Gallipoli intorno agli anni venti; il quadro, chiaramente ispirato all’Assunta del Tiepolo, fu ultimato il 2 novembre 1918, giorno in cui fu firmato l’Armistizio fra le nazioni dell’Intesa e la Germania. Di ottima fattura è il San Giuseppe col Bambino, tela del XVII sec., che richiama, nel cromatismo compositivo, la scuola di Salvator Rosa. All’esterno, il rosone della facciata richiama quelli romanico-normanni presenti in molte chiese pugliesi. Nel 1946 il vescovo Nicola Margiotta benedisse il campanile, opera dell’architetto Giuseppe Coppola di Alezio, iniziata dieci anni prima.

Pro Loco Sannicola

SOCIAL

Seguici anche sui nostri social per rimanere sempre aggiornato sulle nostre iniziative